Cultura

La Valigia dei Libri, aperta ogni sabato pomeriggio alla Cittadella del Bambino

Mariella Vitucci
La Valigia dei Libri alla Cittadella del Bambino
Da oggi a fine agosto, appuntamento fisso dalle 17 alle 19 per immergersi nella lettura in assoluta libertà
scrivi un commento 13

“Gli dissi che nel nostro paese c’erano delle persone istruite fin da giovani nell’arte di dimostrare, con la moltiplicazione della parole inutili, che il bianco è nero o il nero è bianco, a seconda di chi li paga…”. È uno dei passi immortali de “I Viaggi di Gulliver” di Jonathan Swift, pubblicato quasi trecento anni fa. A questo romanzo, che intreccia ironia e immaginazione aprendo un universo fantastico, s’ispira il tema della terza edizione della Valigia dei Libri. L’iniziativa del maestro Carmelo Michele Bacco si svolgerà quest’anno nella Cittadella del Bambino, ogni sabato dalle 17 alle 19, da oggi a fine agosto. Un progetto di volontariato sociale e di disseminazione culturale che questa volta non è sostenuto dal Comune di Bitonto ma dalla cooperativa sociale Ops!.

«La Valigia dei Libri – spiega Bacco a BitontoLive – torna alle origini, all’idea iniziale: stimolare alla lettura. La valigia sarà aperta, e i bambini se vorranno potranno prendere un libro e leggerlo. Da un’altra valigia potranno prendere fogli, penne, matite colorate per scrivere parole, storie e disegnare. Tutto molto libero. Anche la partecipazione di lettori volontari, insegnanti e non, sarà libera. Si torna allo spirito iniziale: essere strumento per invogliare alla lettura, da cui partire verso mondi sconfinati oltre che arricchire le proprie conoscenze, non solo linguistiche. Vogliamo offrire una sosta per partire verso viaggi che ciascuno fa. La parola sarà protagonista assoluta, e il tema centrale sarà ispirato ad un eterno capolavoro, I Viaggi di Gulliver, paradigma della conoscenza del piccolo e del grande, del tutto».

Ogni sabato pomeriggio il maestro sarà alla Cittadella del Bambino con la sua Valigia dei Libri, a disposizione di chi vorrà attingere per regalarsi due ore di lettura in un’oasi di verde e di pace. Potranno anche esserci iniziative estemporanee in altri luoghi o nelle piazze, ma l’idea è quella di concentrare tutto alla Cittadella come punto di riferimento certo, perché tutti sappiano che il sabato pomeriggio possono andare lì e leggere in libertà, senza dover inseguire locandine e cambi di location.

Tutti i libri – precisa Carmelo Bacco – quest’anno sono stati donati da privati e non da case editrici, e ce ne sono alcuni regalati da librerie bitontine. «È un movimento spontaneo che nasce dal popolo dei lettori, ho lanciato un messaggio in rete – racconta – e hanno risposto in molti con generosità e attenzione alla scelta dei titoli. Ci sono bei libri, adatti a tutte le età. Possono venire anche i bimbi di due anni, perché ci sono libri pieni di immagini. Si può venire con coperte e stuoie, per due ore di assoluta libertà».

Una sola regola: i libri sono di tutti e vanno trattati con cura, letti e poi restituiti.

sabato 18 Giugno 2022

(modifica il 4 Luglio 2022, 16:23)

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti