Politica

Porta a porta, polemiche sui “toni trionfalistici di un risultato parziale”

La Redazione
Rifiuti abbandonati in campagna
Attacco all'amministratore unico Sanb e al sindaco in una nota a firma di Con, Bitonto Cambia, Bitonto Solidale, I Riformisti-Fronte del Lavoro
scrivi un commento 10

Suscita polemiche il post pubblicato dall’amministratore unico Sanb sui risultati della seconda settimana di raccolta differenziata porta a porta a Bitonto.

Pubblichiamo il comunicato congiunto a firma di Con, Bitonto Cambia, Bitonto Solidale, I Riformisti-Fronte del Lavoro.

 

Dalla dirigenza di un'azienda chiamata ad erogare servizi alla comunità, a fronte di un contratto di diversi milioni di euro, ci si deve aspettare massima professionalità e rigore nelle comunicazioni che riguardano il servizio reso e nei rapporti con l'Ente comunale.
 

Tutto questo non lo si riscontra da parte dell'amministratore unico della Sanb, Nicola Roberto Toscano, che ha pensato di affidare ad un suo post personale, e non ad un comunicato ufficiale della Sanb, il dato relativo ad una sola settimana del servizio di "raccolta differenziata porta a porta" avviata in città.           
Con toni trionfalistici si è comunicato nel post il salto dal 30% al 75,52% dopo una sola settimana. Informazione subito ripresa e rilanciata dal sindaco Abbaticchio, con un suo post dai toni anche questi trionfalistici quasi da campagna elettorale, vista la prossimità delle elezioni amministrative.           

Entrando nel merito del risultato comunicato, risulta evidente come lo stesso sia deficitario di dati essenziali a supporto oltre che essere limitato ad una sola settimana, mentre invece bisognerebbe attendere almeno un dato mensile. 

Non vengono specificati dati quali:       
–  Il totale dei rifiuti solidi urbani (RSU) raccolti in quella settimana
–  Il totale del differenziata e la qualità della stessa    
–  Il totale della indifferenziata.    

Per validare il dato del 75,52% è fondamentale essere certi che il totale dei RSU raccolti sia coerente con quello dei mesi precedenti. Con l'avvio del porta a porta, nel periodo iniziale, accade infatti  che una buona parte dei rifiuti finisca nelle campagne o discariche a cielo aperto, come si sta già registrando in questi giorni, con continue segnalazioni.        
I dati, è noto, devono  essere trasmessi ufficialmente dal Comune all’Osservatorio Regionale sulla Gestione dei Rifiuti che provvede alla raccolta, elaborazione e pubblicazione dei dati ufficiali di tutti i Comuni.       
 

È bene dunque lasciare perdere l'approccio trionfalistico, i post personali, gli annunci roboanti e si metta in campo professionalità e rigore e soprattutto si operi seriamente per portare a regime il servizio di raccolta porta a porta, atteso da quasi un decennio, concentrandosi sulla risoluzione rapida dei  problemi evidenziati, dagli abbandoni abusivi diffusi, all'assenza di codici identificativi sulle buste fornite, all'assistenza agli anziani e chi sta incontrando serie difficoltà.
Si forniscano dati consolidati e ufficiali, riscontrabili sull' Osservatorio regionale.         

 

 

 

martedì 31 Maggio 2022

(modifica il 4 Luglio 2022, 16:29)

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti