Attualità

Le Guardie d’Onore alle Reali Tombe del Pantheon “a guardia” della Sacra Sindone di Bitonto

Francesco de Giglio
La Sacra Sindone di Bitonto
Hanno scortato la reliquia durante la solenne processione del Venerdì Santo
scrivi un commento 17

Una rappresentanza della delegazione provinciale di Bari dell’Istituto Nazionale per la Guardia d’Onore alle Reali Tombe del Pantheon ha preso parte venerdì sera alla solenne processione del Venerdì Santo di Bitonto, scortando la celebre autentica copia della Sacra Sindone.

La suggestiva Chiesa del Purgatorio, consacrata nel 1668, sita nel cuore di Bitonto, è stata lo scenario di partenza dell’importante evento religioso e il punto di incontro delle Guardie d’Onore. L’antica chiesa è costituita da una grande navata ai cui fianchi si aprono delle arcate dove sono disposti imponenti altari. Nell’attesa dell’inizio della solenne processione, le Guardie d’Onore, godendo della cortese ospitalità delle autorità civili e militari e dei presidenti delle confraternite locali, hanno potuto ammirare le straordinarie opere d’arte del XVII e XVIII secolo custodite nella chiesa, di solito non facilmente accessibili, come la meravigliosa effigie della Madonna attribuita a Francesco Antonio Altobello e la grande tela rappresentante il Cuore di Gesù di Gaetano Spinelli.

Avviata la solenne processione, le Guardie d’Onore, come da protocollo, si sono accuratamente disposte intorno all’autentica copia della Sacra Sindone, per fungerne da scorta. La straordinaria reliquia è una delle tre copie del sacro lenzuolo di lino riproducente l’effigie di Nostro Signore Gesù Cristo, realizzata ex contactu nel 1646 durante l’esposizione a Torino. Fu Sua Eminenza monsignor Alessandro Crescenzi, nunzio apostolico nel capoluogo piemontese presso Casa Savoia, ad assegnarla a Bitonto, dove per la prima volta fu portata in trionfo il 25 maggio 1659.

Ed è proprio per la presenza nella Solenne Processione bitontina della copia autentica della Sacra Sindone – insigne reliquia simbolo per eccellenza della dinastia sabauda – che la delegazione provinciale di Bari ha accettato di buon grado l’invito a partecipare all’importante evento religioso.

Unitamente alla preziosa reliquia, nei suggestivi vicoli del centro storico e in alcune strade tangenti le vecchie mura, hanno altresì sfilato le immagini del Cristo Deposto e dell’Addolorata seguite dal Legno Santo, trofeo floreale al cui interno è custodita una croce in argento dell’Ottocento contenente due frammenti della Croce di Cristo, dando vita a momenti di profonda spiritualità e preghiera che hanno coinvolto le Guardie d’Onore unitamente alle migliaia di fedeli accorsi da tutta la Puglia per assistere all’evento.

La scorta alla sacra reliquia, eseguita dalle Guardie d’Onore Mario Annese, Gaetano Minenna, Carmen Pernice, Mariano Giovanni Rubini, guidate dal professor Luca Lombardi, delegato provinciale e ispettore per la Puglia dell’Istituto Nazionale per la Guardia d’Onore alle Reali Tombe del Pantheon, è stata impeccabile e ininterrotta per tutta la solenne processione, durata oltre sette ore.

Al termine dell’evento le autorità civili e militari, compreso il sindaco Michele Abbaticchio, si sono intrattenute con le Guardie d’Onore, esprimendo in particolare al professor Lombardi vivi ringraziamenti per la costante vicinanza della delegazione alle più importanti iniziative religiose e culturali bitontine, complimentandosi per le recenti iniziative intraprese.

domenica 17 Aprile 2022

(modifica il 4 Luglio 2022, 16:41)

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti