Cronaca

Covid: a Bitonto la curva dei contagi torna sotto quota 400

La Redazione
Report covid 25 aprile-1° maggio
Dal 25 aprile al 1° maggio registrati 398 nuovi casi, dopo i 522 della settimana precedente
scrivi un commento 4

Il tasso d’incidenza settimanale torna a scendere nell’area metropolitana di Bari. Il dato rilevato passa da 1001,6 casi a 801,8 casi per 100mila abitanti, con un arretramento del 20%.

A Bitonto, dal 25 aprile al 1° maggio, la curva dei contagi scende sotto i 400 casi (398), dopo l’impennata della settimana precedente quando se n’erano registrati 522, quasi cento in più rispetto alla rilevazione precedente

Sul fronte vaccini, nell’ultima settimana sono state erogate circa 2.800 dosi e il totale complessivo cresce fino a 3 milioni e 36.195. Scendendo nel dettaglio dei dati, sono state somministrate 1 milione e 122.483 prime dosi, 1 milione e 86.519 seconde, 819.995 terze e 7.198 quarte dosi.

I residenti di Bari e provincia dai 5 anni in su che hanno ricevuto almeno due dosi sono 1 milione e 88.179, di cui 800.995 hanno effettuato anche la dose booster prevista a partire dai 12 anni di età.

I livelli di copertura sono da tempo stabili e consolidati. Al netto della fascia non vaccinabile 0-4 anni, dai 5 anni in su è stato vaccinato il 92% dei residenti di Bari e provincia, mentre dai 12 anni la percentuale di persone protette dal vaccino è fissata al 94%.

La copertura con la terza dose, da eseguire sempre a distanza di quattro mesi dal completamento del ciclo primario, riguarda attualmente l’83,6% dei residenti over 12 (84% nella sola città di Bari), con un’adesione più marcata tra gli ultracinquantenni, gruppo ampio in cui si sfiora il 90% (89,3%).

L’allentamento progressivo delle misure fisiche e amministrative di contenimento del virus, va accompagnato con la consapevolezza che è necessario proteggere la comunità e i singoli individui attraverso il completamento della schedula vaccinale costituita da tre e quattro dosi, a seconda delle categorie di età e delle condizioni di fragilità. Un segnale positivo, in tal senso, arriva dalle quasi 2mila quarte dosi erogate dal 29 aprile al 5 maggio, con un contributo rilevante da parte dei medici di medicina generale (805).

 

sabato 7 Maggio 2022

(modifica il 4 Luglio 2022, 16:35)

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti