Politica

Manca il numero legale, Consiglio comunale rinviato

La Redazione
Consiglio comunale del 30 aprile 2022
Solo sette i consiglieri presenti al secondo appello. Daucelli: «È avvilente svolgere il proprio ruolo in queste condizioni»
scrivi un commento 11

Consiglio comunale lampo (o farsa) oggi a Bitonto. All’ordine del giorno c’erano le tariffe Tari 2022 e le aliquote Imu, ma la seduta convocata d’urgenza è andata quasi deserta.

Al primo appello erano presenti solo quattro consiglieri: Valentina Caldara (Gruppo Misto), Franco Scauro e Franco Natilla (Bitonto Riformista) e Carmela Rossiello (Forza Italia).

Come da regolamento, il secondo appello è stato fissato dopo mezzora, alle 10.50. Diciotto gli assenti e solo 7 i presenti: Caldara, Elisabetta Nuzzo (Bitonto Riformista), Scauro, Natilla, Rossiello e Michele Daucelli (Con). Quest’ultimo ha voluto rilasciare una dichiarazione a verbale: «È avvilente svolgere il proprio ruolo in queste condizioni: qui si affrontano problemi di natura economica e d’interesse di tutta la comunità e vedersi svilire il proprio ruolo fa sentire un profondo disagio. I consiglieri non sono stati messi nella condizione di discutere né il Pef né eventuali decisioni prese poi in delibera. Ai cittadini sicuramente arriveranno tariffe maggiorate. L’unica riflessione è questa, per qualcuno che non ha capito il concetto di discontinuità: non si può candidarsi ad amministrare un Comune di 60mila abitanti in questo modo. Ci può essere la continuità amministrativa di un procedimento o di un atto, ma invochiamo la discontinuità di un metodo che ignorare i diritti dei consiglieri».  

sabato 30 Aprile 2022

(modifica il 4 Luglio 2022, 16:37)

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti