Spettacolo

Perdersi per ritrovarsi, Sarah Cerneaux danza “Either Way”

La Redazione
Sarah Cerneaux
Stasera al Traetta per la rassegna "L'arte dello spettatore"
scrivi un commento 7

Oggi alle 19 il teatro Traetta ospita la danzatrice e coreografa francese Sarah Cerneaux con il debutto europeo della sua creazione Either Way. L’appuntamento è parte della rassegna L’arte dello spettatore organizzata nell’ambito dell’ottava edizione del Network Internazionale Danza Puglia e sostenuta da Comune di Bitonto e Teatro Pubblico Pugliese.

Either Way è una produzione sostenuta nella PermanenzArtistica nell'edizione 2020.2021 del NetworkIDP con la rassegna A Maglie Larghe e il laboratorio urbano Rigenera di Palo del Colle.

In chiusura dello spettacolo, è in programma il consueto appuntamento A bordo palco in cui Ezio Schiavulli dialogherà con l’artista ospite.

 

LO SPETTACOLO

Attraverso questo assolo Sarah Cerneaux esplora la relazione con la perdita, e come perdersi rappresenta una via per ritrovarsi. La danzatrice francese presenta così il suo lavoro “La perdita è ciò che diamo consapevolmente, ciò che dimentichiamo, ciò che ci viene strappato e recuperiamo, quello a cui rinunciamo e che offriamo, ciò che rifiutiamo e seppelliamo. Tutte queste perdite sono come piccole morti che ci ridonano la vita, il vagabondare ci modella e ci trasforma. Che dire del nostro rapporto con il vagabondaggio? È una condizione che ci preoccupa ma allo stesso modo ci affascina perché ci offre la possibilità di metterci in moto, di oltrepassare un confine, di farci incamminare verso una metamorfosi”.

Cerneaux inizia la ricerca per questa creazione dopo un periodo personale e professionale molto intenso in cui ha avuto l’impressione di consumarsi e perdersi. In questa fase della sua vita ha iniziato ad interrogare il suo corpo, la sua memoria, ad analizzare il suo vagare, valutando le conseguenti trasformazioni.

“Either Way” è la voce che viene dal profondo, è un’immagine dimenticata, che ci raggiunge, e così il corpo è pronto a lasciarsi andare, la mente è in preda al panico, la logica deraglia. “Either Way” è quella vocina, quasi ossessiva, incessante che ci spinge costantemente a rinnovarci.

 

L’ARTISTA

Sarah Cerneaux ha iniziato a danzare, in strada, all'età di 17 anni in Francia. Si è formata a Parigi con insegnanti come Corinne Lanselle, Carolyn Carlson e Junior Almeida.  Ha lavorato con la Compagnie Abou Lagraa, la Compagnie David Drouard, la Compagnie Maryse  Delente e Vincent Mantsoé. 

Nel 2014 si trasferisce a Londra, collabora con Liz Roche Company di Dublino che sarà ospite nel prossimo appuntamento de L’Arte dello Spettatore ad aprile.

Le collaborazioni della Cerneaux spaziano dall’Akram Khan Company alla compagnia francese Amala Dianor.

 

Domenica 20 marzo, ore 19
Teatro Traetta di Bitonto

Either Way

coreografa e interprete Sarah Cerneaux
musica Éric Aldéa,Ivan Chiossone
direttore generale: Samson Milcent
luci: Guillaume Février
consulenza: Sandrine Maisonneuve
produzione sostenuta nella PermanenzArtistica dell'edizione 2020.2021 del Network Internazionale Danza Puglia con la rassegna A Maglie Larghe e il Laboratorio Urbano Rigenera di Palo del Colle.

Info e prenotazioni: 351 674 9330asso.riesco@gmail.com

domenica 20 Marzo 2022

(modifica il 4 Luglio 2022, 16:49)

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti