Politica

Ex dipendenti Maria Cristina senza tfs, Onda Civica punta il dito contro Emiliano

La Redazione
Istituto Maria Cristina di Savoia
L'inps non potrebbe procedere ai pagamenti per il mancato invio dei dati giuridici ed economici da parte del commissario dell'asp, nominato dal governatore della Regione
scrivi un commento 9

Duro atto di accusa di Onda Civica al governatore della Puglia, Michele Emiliano, per mancato controllo nei confronti del commissario nominato per la gestione dell'asp Maria Cristina di Savoia di Bitonto. Sarebbe sua la responsabilità del mancato pagamento del trattamento di fine servizio nei confronti dei diciotto ex dipendenti dell'istituto, Di seguito il testo della nota a fima di Onda Civica Bitonto. 

nn

 

nn

«Oltre duemilacinquecento anni fa Platone affermava che  l’individualismo è la tomba della democrazia. Nella nostra Regione ne abbiamo piena dimostrazione non soltanto dal punto di vista politico, ma anche nei fatti spiccioli e quotidiani. Il governatore della Puglia non gestisce nemmeno i piccoli problemi del quotidiano che si presentano a quanti si spezzano la schiena dalla mattina alla sera lavorando, cercando di sbarcare il unario nonostante i tempi difficili.

nn

Il governatore ha reso infernali (non per Covid) le vite dei diciotto ex dipendenti dell’asp Maria Cristina di Savoia di Bitonto, nominando un commissario che, di fatto, resta reticente rispetto ad istanze, diffide, note, inviate tutte via pec o via ufficiale giudiziario, a firma di una decina di avvocati del foro di Bari, patrocinatori dei diciotto ex dipendenti, nonché a firma dell’Inps sede di Bari.

nn

Gli ex dipendenti del Maria Cristina di Savoia non avrebbero diritto a percepire il loro sacrosanto tfs (trattamento di fine servizio) poiché il commissario dell’asp non invia i dati giuridici ed economici all’ente Inps.

nn

Il governatore riprenda il controllo della situazione amministrativa e finanziaria della Regione, dell’operato dei nominati commissari. Gli suggeriamo un regalo alle famiglie dei diciotto ex dipendenti dell’asp Maria Cristina di Savoia: un bonifico immediato, pari all’ammontare complessivo del trattamento di fine servizio maturato. Il disastro della gestione commissariale dell’asp Maria Cristina di Savoia ormai non si discute, e le ricadute si propagano sulla qualità di vita di ognuno dei componenti delle famiglie degli ex diciotto dipendenti ed hanno un sapore amaro».

nn

.

n

venerdì 11 Febbraio 2022

(modifica il 4 Luglio 2022, 17:02)

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti