Politica

Autorizzazioni Fer.Live, Abbaticchio censura i pareri della Città Metropolitana

La Redazione
Il sito individuato da Fer.Live per la discarica
Il sindaco ha inviato ieri una nota, in cui esprime forte preoccupazione per "una iniziativa privata che sta ricevendo pareri sui quali evidenzio sin d'ora perplessità"
scrivi un commento 4

In una nota inviata ieri alla Città Metropolitana di Bari in merito al progetto relativo alla discarica Fer.Live in località Colaianni, il sindaco di Bitonto, Michele Abbaticchio, si dice “fortemente preoccupato di una iniziativa privata, che sta ricevendo pareri sui quali evidenzio sin d’ora perplessità”.

nn

Riservandosi ulteriori valutazioni e l’avvio di azioni legali al termine dell’iter autorizzatorio, Abbaticchio sottopone all’attenzione del competente Servizio della Città Metropolitana alcune osservazioni in merito agli atti recentemente pubblicati dall’ente provinciale.

nn

Il sindaco censura i pareri espressi dai Comitati VIA (Valutazione Impatto Ambientale), CIAP (Inquinamento Atmosferico Provinciale) e Rifiuti, evidenziando che nella richiesta di autorizzazione integrata ambientale (AIA) presentata nel 2020 la Fer.Live ha proposto una sostanziale modifica del progetto iniziale del 2011, facendo, pertanto, venir meno le condizioni di legittimità (come stabilite dal Consiglio di Stato nella sentenza del 15 novembre 2019) in base alle quali la Città Metropolitana aveva rilasciato nel 2017 la proroga della VIA.

nn

Inoltre Abbaticchio ricorda alla Città Metropolitana che la discarica Fer.Live ricadrebbe in una zona, classificata come agricola nell’attuale Piano Regolatore comunale, per la quale sono previsti utilizzi e insediamenti che non ricomprendono le discariche di rifiuti speciali non pericolosi, senza dimenticare che “il giudizio positivo di compatibilità ambientale di cui alla dd. 858 del 30/12/2011 era subordinato all’acquisizione del parere di compatibilità urbanistica” e che, a tal riguardo, il competente Settore Territorio del Comune di Bitonto aveva espresso nel dicembre 2012 un parere non favorevole, successivamente confermato dalla Giunta comunale a marzo 2013.

nn

“Su questa vicenda – dichiara il sindaco Michele Abbaticchio – la nostra attenzione resta molta alta. Questa amministrazione metterà in campo tutte le azioni necessarie per scongiurare una pericolosa aggressione al nostro territorio, frutto di un progetto che, ad oggi, può contare su autorizzazioni sulla cui legittimità nutriamo fondati dubbi e perplessità e che, pertanto, troveranno la nostra ferma opposizione in tutte le sedi competenti”.

nn

 

n

martedì 4 Gennaio 2022

(modifica il 4 Luglio 2022, 17:13)

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti