Attualità

Servizio civile digitale: promossi i tre progetti di “Bitonto in Comune”

La Redazione
Connessione digitale
Ogni progetto impiegherà per un anno quattro giovani volontari per un totale di dodici, che saranno selezionati nei prossimi mesi
scrivi un commento 12

Il programma “Bitonto in Comune”, con i suoi tre progetti dedicati alla diffusione della cultura digitale specie tra le fasce deboli della popolazione, è tra i 45 programmi vincitori del bando sperimentale del Servizio Civile Digitale.

nn

In totale sulla piattaforma del Dipartimento per le Politiche Giovanili e il Servizio Civile universale sono stati presentati 76 programmi per complessivi 184 progetti. Bitonto figura tra i dieci Comuni italiani che si sono piazzati in posizione utile per ottenere i fondi ministeriali e attivare i progetti di Servizio civile digitale.

nn

Il programma “Bitonto in Comune” predisposto dal Servizio Informatico comprende i progetti “Click on Bitonto”, “Generazioni Connesse” e “Comunità Digitali”. Ogni progetto impiegherà per un anno quattro giovani volontari per un totale di dodici, che saranno selezionati nei prossimi mesi sulla base del bando di selezione predisposto dal Dipartimento per le Politiche giovanili.

nn

Il progetto “Click on Bitonto” coinvolgerà i volontari del Servizio civile in attività di facilitazione digitale con l’attivazione di un Punto di Assistenza Digitale, dove i cittadini potranno ottenere assistenza per la presentazione di pratiche telematiche e supporto per l’utilizzo in sicurezza di tecnologie e servizi digitali.

nn

I giovani volontari del progetto “Generazioni Connesse” focalizzeranno l’attenzione sulla popolazione degli ultrasessantacinquenni. Attività di supporto, individuale e di quartiere, per l’accesso ai principali servizi di pubblica utilità, animazione di comunità e attività di gruppo per l’invecchiamento attivo saranno affiancate da interventi per il dialogo intergenerazionale, la progettazione partecipata e la cittadinanza attiva. Prevista anche la costruzione e animazione di una pagina web (Bitonto by seniors) con contenuti dedicati, tra i quali una visita virtuale della città, guidata e animata dagli anziani coinvolti nel progetto.

nn

Punta al contrasto del digital divide di cittadini e famiglie in condizione di vulnerabilità sociale ed economica e dei fenomeni diffusi di povertà educativa dei minori il progetto “Comunità Digitali”. La proposta comprende attività di educazione digitale e facilitazione alla fruizione dei servizi disponibili sul territorio comunale per categorie di utenza deboli (stranieri, famiglie in condizioni di povertà, minori a rischio esclusione sociale). Anche in questo caso sono previste attività di supporto, individuale e di quartiere, per l’accesso ai principali servizi di utilità pubblica, con particolare riferimento ai servizi socio-assistenziali ed educativi, e attività di animazione di comunità per favorire progettazione partecipata e cittadinanza attiva. Verrà poi realizzata ‘Bitonto Comunità Digitale’, una vera e propria guida ai principali servizi di pubblica utilità e ai relativi punti di accesso virtuali, prioritariamente rivolta alle fasce più deboli della popolazione.

nn

Per la progettazione e la realizzazione delle tre iniziative il Comune di Bitonto ha avviato una serie di collaborazioni, coinvolgendo realtà profit e no profit attive sul territorio in ambito digital e sociale (Consorzio Social Lab, FabLab Bitonto, ROAD – Rete Organizzazioni Area Disabilità, Comma3 srl).

nn

Soddisfatta per l’esito positivo della partecipazione al bando, l’assessora al Servizio civile Marianna Legista: «Con il programma “Bitonto in Comune” l’Amministrazione comunale intende attivare un percorso di facilitazione digitale, per rendere più inclusivo e democratico l’accesso ai nuovi servizi telematici, grazie anche al prezioso apporto dei giovani volontari, la cui entusiastica familiarità con la tecnologia è nota a tutti».

nn

«Il nostro Comune – aggiunge l’assessora alla Digitalizzazione Angela Scolamacchiaè arrivato puntuale alle scadenze imposte dal Piano per la digitalizzazione del Paese, attivando con successo nuovi servizi digitali e segnalandosi, come nel caso dei servizi resi disponibili sull’App IO, tra i Comuni più virtuosi per tempestività nell’attivazione. Spid, pagoPA, Sportello telematico polifunzionale, App IO sono ormai realtà operative, in grado di facilitare il dialogo tra cittadini e uffici comunali, grazie alla possibilità di utilizzo da casa 24 ore su 24 e 7 giorni su 7».

nn

«Il passaggio ulteriore e necessario – dichiarano Legista e Scolamacchia – è rappresentato proprio dalla diffusione più ampia possibile delle conoscenze minime indispensabili per accedere ai nuovi servizi digitali, sempre più unico canale obbligato nei rapporti tra pubblica amministrazione e cittadini. Si ha necessità – ed è questo l’obiettivo prioritario del programma “Bitonto in Comune” – di non lasciare indietro nessuno e di promuovere un proficuo scambio intergenerazionale per puntare ad una comunità più coesa e capace di essere al passo con il futuro».

nn

 

n

mercoledì 15 Dicembre 2021

(modifica il 28 Giugno 2022, 12:09)

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti